www.uninettunouniversity.net   seguici su facebook

Benvenuto su UNINETTUNO.tv la web tv della Universita' Telematica Internazionale UNINETTUNO
Uno strumento libero creato per diffondere cultura e democratizzare l'accesso al sapere
I piu' visti 1185 video trovati
Autore: Incontri Musicali: duo Loffredo - Pellini Benny Goodman
Loffredo e Pellini si esibiscono con alcuni brani di Benny Goodman. Inoltre raccontano gli episodi più importanti della sua carriera.
Autore: Mario Monicelli
Il maestro Mario Monicelli racconta il suo senso del Natale. Il regista rivela di aver sempre amato di più la festa della befana in giovane età, ritenendola più fantasiosa e allegra. Svela di sentire il natale come una festa divertente e di sentirsi estraneo e molto lontano dal suo significato religioso.
Autore: Alda Merini
Una breve ma intensa intervista ad una delle più grandi poetesse italiane, Alda Merini. Alda Merini parla di religione e filosofia ma racconta anche aneddoti particolari riguardanti la sua sfera privata; come la sigaretta unica sua compagna durante il lungo perido che la Merini ha trascroso in manicomio, o l'aver provato, per questa circostanza, quello che lei definisce un dolore morale. Conclude l'intervista leggendo una sua poesia.
Autore: Roberto Vecchioni
Roberto Vecchioni legge e commenta una poesia di Fernando Pessoa.
Autore: Massimo Cacciari
Il filosofo Massimo Cacciari attraverso un'intensa lezione, indaga sul tema della memoria. La memoria, dimensione del nostro essere separabile dalla dimensione corporea. Il filosofo esplora le virtù e le conseguenze del ricordo, ma prende in esame anche i suoi aspetti più inquietanti.
Autore: Mario Monicelli
Il maestro Mario Monicelli racconta gli inizi della sua carriera e parla del percorso professionale compiuto nel cinema. Il regista fa una panoramica storica sul cinema, iniziando dalle origini, dal cinema muto al sonoro, concludendo infine con il Neorealismo.
Autore: Natalia Aspesi
La giornalista Natalia Aspesi racconta il mestiere del giornalista e i suoi esordi professionali rivolti ai temi sociali e di cronaca. Un confronto che coinvolge il giornalismo del passato e quello odierno, visto dalla giornalista come un mestiere spesso omologato e impoverito, dove all'unicità del pezzo si è sostituito un appiattimento delle notizie. In conclusione un accenno alla rubrica sentimentale tenuta dalla Aspesi su "Il Venerdì" di Repubblica.
Autore: Moni Ovadia
Moni Ovadia, uomo dalle doti poliedriche, parla del suo lavoro d'artista all'interno del campo musicale e teatrale. Descrive i suoi percorsi lavorativi all'interno della scena teatrale, come il progetto sperimentale avviato con il coro musicale recitante. Fa delle riflessioni sull'essere umano e sulla conoscenza, espressa nel teatro attraverso la musica, i gesti, le parole, il silenzio e la memoria.
Autore: Prof.ssa Paola Santucci
Lezione di Storia moderna della Prof.ssa Paola Santucci. Gli argomenti trattati durante la lezione sono: Roma da Niccolò V a Pio II: 1447/1464 - In Italia nella seconda metà del secolo.
Autore: Ottavio Missoni
Ottavio Missoni parla dell'aspetto creativo e artistico del suo lavoro. Molte delle idee che mette in pratica nei suoi modelli sono ispirati alla pittura, ma soprattutto all'arte popolare ed etnica. Una realtà oggettiva fondamentale per le sue realizzazioni tessili sono i colori, che nascono secondo lo stilista dalla creatività, data dalle esperienze vissute. Infine, Missoni argomenta temi legati alla lettura, alla moda, al costume e al successo.
Autore: Alfredo Rapetti
Il pittore Alfredo Rapetti parla dell’arte. Arte e vita seguono le stesse regole. Ci si innamora di un oggetto d’arte come di una persona, il suo rapporto con le opere è istintivo. L’arte in qualsiasi forma si presenti, deve essere qualcosa che porti sempre a un’elevazione spirituale. Rapetti parla della scelta di rappresentare la scrittura nelle sue opere partendo dai fumetti. Il processo artistico come macchina evolutiva dell’uomo, specchio, e antidoto contro la violenza.
Autore: Roberto Cotroneo
L’autore introduce se stesso parlando della sua vita di giornalista, critico letterario e scrittore. Presenta il suo romanzo “Il vento dell’odio”. I protagonisti Giulia e Cristiano e un manoscritto, sullo sfondo l’Italia degli anni 70. In questo libro, spiega Cotroneo, c’è l’ambizione di chiedersi che cosa sia successo in questo paese durante i sanguinari e oscuri anni 70; Giulia e Cristiano diventano le metafore attraverso cui questi interrogativi possono avere luogo.
Copyright © 2011 Università Telematica Internazionale UNINETTUNO. Tutti i diritti riservati.